Crea sito

Peaceful Easy Feeling

Peaceful Easy Feeling – Glenn Frey fa suo il brano di Jack Tempchin per il primo album degli Eagles

Appuntamento n.54

Peaceful Easy Feeling – Glenn Frey fa suo il brano di Jack Tempchin per il primo album degli Eagles è il cinquantaquattresimo appuntamento dedicato alla rubrica a cura di Ezio Guaitamacchia song a day keeps the virus away.

[Clicca per andare alla raccolta completa]

Una rubrica periodica che tratterà, citando le sue parole “storie, curiosità e riflessioni legate alle canzoni che hanno fatto epoca. Quelle che, pur scritte anni fa, sono ancora di un’attualità disarmante“.

Il contesto

È il 1969 e il folk-singer Jack Tempchin ha appena terminato di fare il suo piccolo concerto in un localino di San Diego al confine tra la California e il Messico.

Jack è affascinato dalla cameriera del locale a cui ha fatto una corte spietata, ma lei non cede. Lui rimane lì fino alla chiusura del locale, ma lei poi se ne va via da sola… e lui rimane lì dentro perché non ha neanche un passaggio in macchina, ma prima di addormentarsi sul pavimento del locale prende la chitarra e, ispirato da quella situazione un po’ triste e malinconica di un approccio andato male, scrive una canzone che qualche giorno dopo propone ai suoi amici del Troubadour, gente come Jackson Browne o Glenn Frey.

E proprio Glenn Frey ritorna con la canzone già arrangiata e chiusa perché la vuole inserire nell’album di debutto della sua nuova band, gli Eagles. Quel brano si chiama Peaceful Easy Feeling e Jack Tempchin diventerà anche autore di un altro brano per gli Eagles, “Already Gone”, ma “Peaceful Easy Feeling”, con quel ritornello straordinariamente sereno e tranquillo diventa un inno del Southern California, ma anche un inno di tutti quegli amori magari non andati bene, ma che ti lasciano però un senso di serenità e di tranquillità.

Guarda il video condotto da Ezio Guaitamacchi

Peaceful Easy Feeling – Glenn Frey fa suo il brano di Jack Tempchin per il primo album degli Eagles –  Cinquantaquattresimo appuntamento dedicato alla rubrica a cura di Ezio Guaitamacchi

La rubrica continuerà con piccole pillole periodiche riguardo artisti e riferimenti storici differenti.

E per scoprire il prossimo appuntamento, ripassate da BLOM – Blog of music. Vi aspettiamo!

Troverete tutte le puntate precedenti cliccando qui. Restate sintonizzati per il prossimo numero!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.