Crea sito

Spartiti e tempi strani…

A volte capita di rovistare tra il proprio materiale.
Ed è interessante ritrovare vecchi appunti o spartiti musicali. A volte sono esercizi, altre volte le parti di un brano magari pubblicato successivamente. È quello che mi è successo trovandomi davanti alcuni spartiti con tempi strani…

Oggi mi sono capitati tra le mani gli spartiti di un lavoro fatto diversi anni fa. Il brano fa parte di un disco pubblicato.
La formazione della band molto particolare (batteria, chapman stick e chitarra) e i tempi utilizzati nelle composizioni avevano attirato l’attenzione di diversi giornali di settore.
Tra questi, “Drumset Mag” che dedicò un’apposita sezione nella rivista mensile. La chiamò “Tempi dispari” e mi chiesero di scrivere un articolo che spiegasse l’utilizzo dei tempi irregolari.

Mi piace riproporvi qui lo spartito dell’assolo del brano, in cui i tempi utilizzati spaziano dal 13/8, al 15/8 e 17/8.
Da notare che lo spartito mi era stato fornito con la frazione ritmica in quarti. Questo è un modo per scrivere con notazione di valore maggiore le parti e permettere dunque un sight-reading più veloce.

Magari dedicherò un’apposita lezione a riguardo qui nel blog per spiegare in dettaglio l’argomento.

In basso è possibile sentire l’audio registrato in studio.

E’ stato un piacere “battezzare” la mia sezione con un brano che è stato molto stimolante suonare e che mi ha permesso di mettermi in gioco.

Una piccola curiosità: ricordo che era la prima volta che mi fornivano la parte totalmente scritta dall’autore (che suonava anche la batteria) e che aveva l’orecchio assoluto. Questo aveva fatto sì che si dovessero scegliere insieme anche i piatti, perché voleva un particolare timbro. Non solo. Fin qui sarebbe anche normale. Durante la registrazione voleva che i piatti fossero colpiti nel modo in cui erano segnati, perché avevano altezze sonore differenti.

Bene, per questa volta è tutto!

Non dimenticate di fare visita anche al mio sito ufficiale www.alexbonacci.com !

Alex Bonacci

Batterista e direttore del centro di formazione "Perform - School of music", è inoltre Center Examination Manager dell' RSL Awards. Insegnante abilitato "La casa del batterista" e direttore della sede ufficiale di Torino del circuito nazionale. Ha accompagnato diversi artisti in molti contest come Heineken Jammin Festival, International Pop Overthrow, Premio Musicultura (Ex premio Recanati), Cornetto Free Music, Coca Cola Contest, Rock Targato Italia, etc. con partecipazioni radio/televisive da Rock TV a Rai Due, da Radio Due a Sky, RTL 102,5, ecc. Ecco alcuni tra i musicisti e professionisti del settore con i quali ha collaborato, live e/o in studio: Tony Levin, Roberto Diana, All the Mornings of the World (Heineken Jammin Festival 2012 finalist), Alessia D’Andrea, JP Cervoni, i Vincent, Stephan Zeh, Elisabetta Coraini, Rick Romano, Vince Tempera, James Raymond, Brian Ray, Stefano Olla, Lowlands (tour europeo “Gypsy child Tour 2011”), Florian Opahle, Ive (finalista all’Eurovision 2009), Franco Catricalà, Ivan Battistella, “Rigo” Righetti, Dj Molella, Emanuele Frusi, Simone Borghi, Timerec e molti altri.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.