Crea sito

Romeo And Juliet – Mark Knopfler “riscrive il finale”

Romeo And Juliet – Mark Knopfler “riscrive il finale” di una delle più famose love story di sempre

Appuntamento n.24

L’inno “paranoico” dei Black Sabbath è il ventiquattresimo appuntamento dedicato alla rubrica a cura di Ezio Guaitamacchia song a day keeps the virus away.

[Clicca per andare al primo appuntamento]

Una rubrica periodica che tratterà, citando le sue parole “storie, curiosità e riflessioni legate alle canzoni che hanno fatto epoca. Quelle che, pur scritte anni fa, sono ancora di un’attualità disarmante“.

Il contesto

Estate del 1980: la storia d’amore tra Mark Knopfler e Holly Vincent si è ormai conclusa. È durata poco più di un anno, da quando la punk rocker americana è giunta a Londra con la sua nuova band Holly & The Italians per cercare quella fortuna che non gli aveva sorriso dall’altra parte dell’Oceano.

Grazie ai buoni uffici di Knopfler, Holly aveva firmato un contratto discografico, era finita sulle prime pagine delle principali riviste musicali del Regno Unito e quindi partita per un tour con i Clash.

Ma poi, ottenuto ciò che voleva, aveva mollato il fidanzato/anfitrione. Il quale, mentre un giorno stava giocherellando con la sua National resofonica accordata in sol, aveva iniziato a perfezionare un riff di chitarra attorno al quale si era messo a scrivere un pezzo che raccontava proprio una storia d’amore, come la sua, finita male. Citando, addirittura, una frase di un’intervista di Holly che diceva che “dopo una scenata in pubblico ho deciso di lasciare Mark”.

E così, prendendo spunto da una delle love story più celebri di sempre, quella di Giulietta e Romeo di shakespeariana memoria, Mark ricama una melodia struggente, bellissima, con la quale dà vita a uno dei pezzi più belli del repertorio dei Dire Straits in cui Romeo viene lasciato dalla sua Juliet una volta che lei ha ottenuto fama e denari.

Romeo And Juliet – Mark Knopfler “riscrive il finale” – Ventiquattresimo appuntamento dedicato alla rubrica a cura di Ezio Guaitamacchi

Note aggiuntive dalla redazione di BLOM

Moltissimi sono i pezzi dei Dire Straits, band di Mark Knoplfer, che sono noti ai più. Potremmo nominare una su tutti “Sultans of swing”.

A noi piace sempre darvi qualche dritta meno scontata. Oggi aggiungiamo all’articolo una bellissima “On every street”, caratterizzata da un crescendo continuo dall’inizio del brano fino alla fine. Speriamo sia di vostro gradimento.

La rubrica continuerà con piccole pillole periodiche riguardo artisti e riferimenti storici differenti.

E per scoprire il prossimo appuntamento, ripassate da BLOM – Blog of music. Si parlerà di una band simbolo degli anni ’80/’90, ricca di eccessi e vita in pieno stile rock…

Restate sintonizzati per il prossimo numero!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.