Crea sito

Prince e il segno dei tempi

Appuntamento n.13

Prince e il segno dei tempi, è il tredicesimo appuntamento dedicato alla rubrica a cura di Ezio Guaitamacchia song a day keeps the virus away.

[Clicca per andare al primo appuntamento]

Una rubrica periodica che tratterà, citando le sue parole “storie, curiosità e riflessioni legate alle canzoni che hanno fatto epoca. Quelle che, pur scritte anni fa, sono ancora di un’attualità disarmante“.

Il contesto

Primavera del 1986: Sign Of The Times è una rivista mensile pubblicata dagli adepti della Chiesa Avventista del Settimo giorno. Incoraggia i lettori a una vita che rispetti i dettami del cristianesimo in attesa del ritorno di Gesù.

Prince Roger Nelson è cresciuto in un contesto di seguaci della chiesa Avventista: entrambi i suoi genitori lo sono e per lui quel magazine e i suoi contenuti, da sempre, suonano familiari.

Quando, nel 1986, inizia a pensare al suo nuovo album quel giornale e i suoi articoli gli tornano alla mente. L’America, sotto la presidenza Reagan, sta vivendo giorni turbolenti e contraddittori: droga, violenza, AIDS sono tematiche presenti ogni giorno su stampa, radio e televisioni. Prince decide che è giunto il momento di denunciare il lato oscuro della società americana e di combatterlo proponendo invece una visione diversa.

Anche per noi il segno dei tempi che stiamo vivendo può essere vissuto e forse anestetizzato da una grande canzone come quella di Prince.

Guarda il video condotto da Ezio Guaitamacchi

Prince e il segno dei tempi – Tredicesimo appuntamento della rubrica a cura di Ezio Guaitamacchi

Note aggiuntive dalla redazione di BLOM

Molti dei più giovani lettori magari conoscono meno questo artista. Vogliamo aggiungere pertanto qualche informazione a riguardo.

L’artista di Minneapolis, da cui uno dei suoi soprannomi – il folletto di Minneapolis, produceva i suoi lavori spesso in totale autonomia. Grande musicista, con una visione dell’arte a 360 gradi, ha lavorato per . C’è chi lo indica tra i primi a sfruttare la vendita on-line su Internet dei suoi dischi.

Ha moltissimi alias, con cui a volte si spingeva in sperimentazione anche di generi diversi. Tra i brani sicuramente più noti, la colonna sonora del film “Purple Rain“, di cui riportiamo in basso la versione del videoclip originale.

Prince – Purple Rain (Official Video)

La rubrica continuerà con piccole pillole periodiche riguardo artisti e riferimenti storici differenti.

E per scoprire il prossimo appuntamento, ripassate da BLOM – Blog of music. Il prossimo parlerà di un artista incredibile, eclettico e purtroppo mancato troppo presto. Ma che ha lasciato brani che resteranno delle pietre miliari della musica moderna.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.