Crea sito

I’m Free

I’m Free – Tommy ritrova finalmente la libertà nella rock opera degli Who

Appuntamento n.43

I’m Free – Tommy ritrova finalmente la libertà nella rock opera degli Who” è il quarantatreesimo appuntamento dedicato alla rubrica a cura di Ezio Guaitamacchia song a day keeps the virus away.

[Clicca per andare alla raccolta completa]

Una rubrica periodica che tratterà, citando le sue parole “storie, curiosità e riflessioni legate alle canzoni che hanno fatto epoca. Quelle che, pur scritte anni fa, sono ancora di un’attualità disarmante“.

Il contesto

Nel maggio del 1969 gli Who pubblicano “Tommy” (di cui sarà tratto anche il relativo film), la prima più importante rock opera della storia.

Pete Townshend ci aveva lavorato per lungo tempo anche su stimolo e consiglio di Kit Lambert, il manager degli Who.

Townshend sta seguendo i dettami spirituali di Meher Baba, un guru indiano che vede nell’empatia e nella comunicazione la chiave di risoluzione di tanti problemi del mondo, e allora si inventa questa storia incredibile, surreale, quasi psichedelica di un ragazzino che, dopo aver assistito all’omicidio, ad opera del padre, dell’amante della madre, si rifugia in un mondo di silenzio e di buio: diventa sordo, cieco e muto.

Questa è in breve la storia di Tommy nel suo tentativo di redenzione attraverso le cose più strane che i genitori gli propongono, finché a un certo punto ritrova la luce, ritrova la libertà… finalmente la libertà diventa realtà.

Guarda il video condotto da Ezio Guaitamacchi

I’m Free – Tommy ritrova finalmente la libertà nella rock opera degli Who
– Quarantatreesimo appuntamento dedicato alla rubrica a cura di Ezio Guaitamacchi

La rubrica continuerà con piccole pillole periodiche riguardo artisti e riferimenti storici differenti.

E per scoprire il prossimo appuntamento, ripassate da BLOM – Blog of music. Vi aspettiamo!

Troverete tutte le puntate precedenti cliccando qui. Restate sintonizzati per il prossimo numero!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.